Inizio/Fine Corsi: da Sabato 8 Ottobre 2016 a Sabato 13 Maggio 2017

Sebastiano Zanetti

Sebastiano Zanetti vive e lavora tra Verona e Venezia.

Dopo aver frequentato il Liceo Artistico Statale di Verona si diploma in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti “G.B.Cignaroli” con diploma di merito, si iscrive al biennio di specializzazione in “Arti visive e discipline dello spettacolo” frequentando il primo anno all’Accademia di Belle Arti di Brera, Milano ed il secondo all’Accademia di Belle Arti di Venezia dove si laurea con 110/lode.

Per Sebastiano Zanetti la conoscenza profonda del mezzo espressivo nel proprio progetto visivo è di primaria importanza. Indaga l’identità della materia e del fare nelle varie tecniche per una scelta più consapevole, si dimostra molto eclettico alternando alle installazioni e alla fotografia lavori pittorici e architettonici, spostandosi agevolmente da supporti bidimensionali a superfici enormi che avvolgono fisicamente l’intera percezione.

Nel 2001 e nel 2002 è invitato dagli organizzatori a concorrere al “2° e 3° Premio Gaetano Morgese” per le Accademie d’Italia come rappresentante di quella veronese.

Nel 2003 viene selezionato per concorrere e rappresentare l’Accademia di Verona al 5° Premio PalauArte in Sardegna; premio che coinvolge un solo studente per ogni Accademia di Belle Arti italiana. Nel 2003 vince la borsa di studio per giovani artisti Fondazione Bevilacqua la Masa. Nel 2005/2006 lavora presso gli studi-atelier della Fondazione Bevilacqua la Masa. Nel 2006 è ideatore e organizzatore del progetto “Vrban Invitation” per il Comune di Verona, progetto di installazioni artistiche site specific sviluppate sul tessuto urbano Veronese.

Nel 2006 è co-curatore assieme a Massimo Caiazzo alla X Biennale di Architettura di Venezia, con il progetto collaterale ufficilale “CZ _VPI 2006 “. Progetto di istallazioni urbane e coordinamento nell’inserimento di interventi artististici/architettonici nello sviluppo di un complesso residenziale.

Nel 2007 è presente come artista selezionato a “Real Presence floating sites”, Istanbul, Turchia.

Nel 2008 la rivista “Flash Art” lo inserisce nel “Dizionario dei giovani artisti veneti”,

Nel 2008 apre a Verona lo studio “Zanetti Studiocontemporaneo”, dove sviluppa progetti specifici per importanti aziende ed assessorati dei comuni del triveneto.

Lo studio coinvolge in sinergia artisti, architetti, designer, light designer, grafici.

Autore con arch. Michele De Mori del Libro “Verona Writers, storia dell’aerosolart veronese dal 1983 ad oggi” per Fondazione Cariverona. In uscita a dicembre 2014.

Insegnamenti:

Ha insegnato Pittura Contemporanea presso i Comuni di Villafranca di Verona negli anni 2006/2007, 2007/2008, 2008/2009, 2009/2010, Storia dell’Arte Contemporanea presso il Comune di Villafranca negli anni 2006/2007, 2007/2008, Storia dell’Arte Moderna presso il Comune di San Giovanni Lupatoto negli anni 2007/2008, 2008/2009, Pittura ed Installazione Contemporanea nelle scuole di Caprino V.se, Rivoli V.se, Pesina, Pazzon nel 2006.

Ha insegnato inoltre Ritratto e Disegno dal vivo presso Seconda Circoscrizione Comune di Verona e presso Comune di Villafranca di Verona tra il 2008/2009, Pittura Contemporanea presso Seconda Circoscrizione Comune di Verona per l’anno 2009/2010.

E’ stato Insegnante d’Arte nel progetto “Disegno una Melodia” del circuito Rete Musica – Accademia Lirica Verona per il Comune di Verona nell’anno 2010, insegnante di Pittura murale e Spray Art in corsi organizzati per il Comune di Verona, Comune di Villafranca di Verona, Comune di Povegliano V.se, Pacengo (Vr), Comune di Bardolino (Vr), Comune di Caprino V.se, Comune di Sommacampagna, Comune di Valeggio sul Mincio, Mantova.

Dal 2000 è invitato a tenere conferenze e workshop di Arte Contemporanea e Design presso le Scuole Medie, Scuole Superiori e i Licei nel Comune di Verona, Legnago, Mantova, Villafranca di Verona, Caprino Veronese, San Martino Buon Albergo, Trento.

Dal 2000 è invitato a tenere conferenze e workshop di Arte Contemporanea all’ Accademia di Belle Arti di Verona

Fra le riviste che hanno trattato e documentato il lavoro di Sebastiano Zanetti e Zanetti Studiocontemporaneo: Flash Art – Arte e Critica – Exibart – Undo.net – Art Key – Arte – Espo Arte – Kult – Interni – Riabita – The Plan – Abitare Verona – Architettiverona – L’Arena – Il Corriere della Sera – Il Corriere di Verona – Il Gazzettino di Mantova

Mostre: (l’elenco riportato è una selezione delle mostre più importanti da un elenco di circa un centinaio)

– “Lavoro Work Vore” Spac, Buttrio (UD), 2013. A cura di Paolo Toffoluti.

– “Anni 00”. Galleria Margini, Milano, 2010. A cura di Fiordalice Sette, Angelo Cruciano, Grace Zanotto.

– “L’eredità generazionale”. Palazzo della Gran Guardia, Verona, 2009. A cura di Ance Verona

– “Multimeridijan 08”, Stara tiskara, Pula (Croatia),2008. A cura di Barbara Sterle Vurnik, Paolo Toffoluti, Berislav Valusek.

– “The word is yours”, Fabbrica Borroni, Bollate (MI), 2008. A cura di Margherita Salmaso e Chiara Zizioli.

– “Work_Show in progress”, Galleria Civica di Trento. Trento, 2007.

– “Genius Loci”, giardini segreti di Venezia, Venezia, 2007.

– “Per Lumina”, Antico Ospedale dei Battuti, San Vito al Tagliamento, Pordenone, 2007. A cura di Luigi Viola.

– “Il Grande Disegno”, Fabbrica Borroni, Bollate , Milano, 2007. A cura di Enrica Gusella.

– “Quaranta per quaranta. Circa”, Pad, Verona, 2006.

– “CZ _VPI 2006 “ X Biennale di Architettura di Venezia, Venezia, 2006.

– “5° Biennale Europea d’Arte Contemporanea”, Nimes (FR), 2006.

– “Tende a infinito”, Fondazione Bevilacqua La Masa, Palazzetto Tito, Venezia, 2006. A cura di Stefano Coletto.

– “Q13 garage” Centro Candiani, Mestre,novembre 2003, a cura di Stefano Coletto,

Paola Capata, Alberto Zanchetta.

– “Premio Verona 2003”, Centro Internazionale di Fotografia Scavi Scaligeri, Verona,2003.

– “EXPO’ ARTE” 22 Fiera Internazionale di Arte Moderna e Contemporanea di Bari,2001.

– “Underground”, Spazio Vallisa, Bari 2001.(personale)

– “Disarmonie prestabilite”, Arsenale, Verona,2000.

– “La tradizione del nuovo,arte e ricerca tra continuità ed innovazione”, Palazzo della Ragione, Trento,1999.

Per ulteriori informazioni: