Celebrazione dei Santi Coronati.

Celebrati a Sant’Ambrogio di Valpolicella mercoledì 8 novembre 2017 i Santissimi Coronati, patroni di marmisti, scalpellini e scultori. Presenti i Sindaci dei Comuni di Sant’Ambrogio di Valpolicella Roberto Zorzi con tutta la Giunta Comunale al completo, di Dolcè Massimiliano Adamoli, di Cavaion Sabrina Tramonte, il Vice Sindaco di Rivoli Luca Gandini e il Sindaco di Bussolengo Paola Boscaini. Presenti due rappresentanti della Provincia di Verona, Serena Cubico e Pierangelo Zorzi, il Presidente di As.Ma.Ve Donato Larizza e di Verona Stone District Filiberto Semenzin, il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Sant’Ambrogio Piero Calabrò, tanti imprenditori della zona, ambrosiani, allievi della scuola d’arte e del CFP salesiano.

Dopo la solenne Santa Messa nella chiesta parrocchiale si è formato un corteo che si è spostato verso il cimitero ambrosiano.

Qui la Scuola d’Arte “Paolo Brenzoni” ha inaugurato la cappella del cimitero del Capoluogo collocando alcuni elementi marmorei di arredo, utilizzando materiali in parte presenti nel deposito della scuola altri realizzati dallo scultore Matteo Cavaioni e dagli allievi del corso di scultura, per utilizzarla in occasione di celebrazioni o commemorazioni. Sindaco Zorzi Roberto ha ringraziato la scuola d’arte, il direttore Beatrice Mariotto e lo scultore Matteo Cavaioni per il lavoro che hanno portato a termine , che permetterà alla parrocchia di utilizzare la cappella fino ad oggi priva di qualsiasi arredo che la rendesse usufruibile in occasione di celebrazioni o commemorazioni. Un nuovo tassello per arricchire la comunità ambrosiana. Beatrice Mariotto ha spiegato che nel deposito della scuola sono disponibili molti marmi, parti di altari, vecchie lapidi. Sono stati scelti alcuni elementi scultorei in marmo rosso levanto, un piano in biancone nel quale è stato inserito un inserto in rosso verona e creata la mensa per l’altare. E’ stato poi realizzato un ambone, aggiungendo un leggio in marmo bronzetto e integrato il tutto con due colonnine con basi sempre in marmo bronzetto, realizzate da Matteo Cavaioni e da alcuni allievi del corso di scultura. Infine la cappella è stata illuminata da nuovi punti luce e grazie al pittore ambrosiano Luciano Padovani è stato restaurato un Cristo ligneo donato dalla parrocchia ambrosiana.

 

Scritto nella sezione Scuola e Territorio il