Recupero “MONUMENTO AI CADUTI” di San Giorgio

 

In occasione della “Giornata ecologica” tenutasi nel Comune di Sant’Ambrogio di Valpolicella sabato 4 marzo 2017, accanto alle associazioni del territorio che si sono occupate della pulizia del territorio la Scuola d’Arte “Paolo Brenzoni” è intervenuta prendendosi cura della manutenzione del monumento ai caduti, eretto a San Giorgio per ricordare il grave incidente accaduto il 6 giugno 1927. In quella data un autocarro che proveniva da una delle cave del territorio, caricato con pesanti blocchi di marmo, uscì di strada in loc.tà Fontana Vecia di San Giorgio, precipitando in una scarpata. Morirono otto operari, quattro di San Giorgio e quattro di Sant’Ambrogio e numerosi furono i feriti. Le persone che morirono furono per lo più schiacciate dai massi che trasportavano. Fu una grande tragedia per il territorio e due anni dopo, nel giugno del 1929, sul luogo dell’incidente venne elevato un monumento usando gli stessi massi che avevano causato la tragedia. L’episodio è stato riportato anche nell’opera “Via Crucis dei lapicidi”, collocata dagli scultori della scuola sul vialetto di accesso al cimitero di San Giorgio.

Il Sindaco Roberto Zorzi ha ringraziato il docente Matteo Cavaioni, la direttrice della scuola Beatrice Mariotto e gli allievi del corso di scultura, in particolare Andrea Cavaioni, Mirko Pavoni, Claudio Sandri, Mauro Corbioli e Cristiana Mariotto che, con l’aiuto degli operai comunali, hanno ripulito la parte in pietra del monumento ai caduti, rovinata dalle intemperie, da muschi e smog, procedendo alla sistemazione di tutto il sito. Un modo per commemorare la ricorrenza dei 90 anni dal terribile incidente che colpì tantissime famiglie ambrosiane e per tenere vivo il ricordo.

 

Scritto nella sezione Scuola e Territorio il